Ubuntu 18.10: bocciata anche l’integrazione con Android

Nuovi programmi, notizie o sistemi in arrivo nel mondo dell'informatica
Avatar utente
Etabeta
Messaggi: 902

Ubuntu 18.10: bocciata anche l’integrazione con Android

Messaggio#1 » 27/10/2018, 11:32

Immagine

:D Si è già parlato parlato della decisione degli sviluppatori di non rilasciare Ubuntu 18.10 Cosmic Cuttlefish con l’ultima versione di Nautilus. Salvo novità dell’ultima ora i devs hanno deciso di optare per Nautilus 3.26 invece che per la versione v38.

Oggi è emerso che anche l’integrazione Ubuntu-Android phone è stata bocciata. Mi riferisco alle funzionalità messe a disposizione dall’estensione Qt-free GNOME GSconnect. L’integrazione di GSConnect in Ubuntu 18.10 era stata proposta dal desktop manager Will Cooke all’inizio del ciclo di sviluppo e aveva provocato un buon hype.

Molti erano entusiasti dell’idea di poter avviare Ubuntu e visualizzare le notifiche Android sul desktop, trasferire i file da e verso il nostro telefono usando Nautilus, monitorare la durata della batteria, tenere sotto controllo le chiamate, inviare messaggi SMS e altro.

Ahimè non è ancora giunta l’ora per tutto questo: gli sviluppatori di Ubuntu pensano che questa piccola e graziosa estensione sia ancora immatura per essere lanciata di default sul SO di Canonical. Estrema cautela.

La buona notizia è che GSconnect sarà comunque disponibile per l’installazione nell’Ubuntu Software center, quindi a portata di clic. Ovviamente la trovate anche sullo store di GNOME. Gli sviluppatori dell’estensione, inoltre, sono al lavoro su una nuova release che dovrebbe portare diverse migliorie e nuove funzionalità con la speranza che arriverà disponibile out of the box in Ubuntu 19.04.

Ubuntu = delay

Oltre a Nautilus e a GSconnect anche tante altre app/estensioni/feature che dovevano essere installate di default su Cosmic Cuttlefish in realtà non ci saranno. Ad esempio non sarà possibile aggiungere le icone per la nuove app installate nella Dock, non sarà attivo il middle click sull’indicatore del suono per mutarlo e nemmeno il toggle per limitare la banda disponibile alle app in background (che può tornare utile se usate l’hotspot da smartphone). ;)

Autore: MATTEO GATTI (FLLF LINUX FREEDOM)
1 settembre '18
Etabeta

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron

Login  •  Iscriviti